Marcelo Burlon

MARCELO BURLON

 

Dalla Patagonia alle consolle dei club più in di Milano, Marcelo Burlon si fa rappresentante di uno dei successi economici più vividi dell’ultimo decennio con il suo brand County of Milan.

 

Marcelo Burlon nasce El Bolsòn in Patagonia. E’ un ragazzo che fin dall’adolescenza mostra ambizione e doti imprenditoriali, per questo interrompe gli studi e segue la sua famiglia in Italia, più precisamente nelle Marche. Il contesto della piccola regione che si affaccia sull’ Adriatico, non soddisfa nuovamente le aspirazioni del giovane ragazzo che decide quindi di trasferirsi a Milano dove frequenta dei corsi di musica per il mondo dello spettacolo. Da qui parte la carriera di Marcelo Burlon come grande pr e dj dei club e delle serate più esclusive del milanese tramite le quali ha la possibilità di conoscere e frequentare i designers più in voga, come Riccardo Tisci, Raf Simon e Stefano Gabbana.

 

Nel 2012 il suo status sociale è consolidato abbastanza per intraprendere il suo percorso personale nel fashion, fondando insieme a Davide De Giglio e Claudio Antonioli il brand Marcelo Burlon County of Milan. Di forte impronta street style, il brand di Marcelo Burlon esordisce con una linea di t-shirt e altri capi basici caratterizzati da motivi tribali della Patagonia, stampandoli attorno al collo e sulle spalle, che in poco tempo diventano must have dei giovani dei club. La mente visionaria di Marcelo Burlon lo spinge ad interessarsi dei giovani rapper per creare hype intorno il suo brand; questa strategia di stampo americano è stata una novità per un paese come l’Italia che non aveva mai identificato i rapper come veicolo di comunicazione per le tendenze ed il lusso. Marcelo Burlon e i suoi soci hanno poi compiuto uno step ahed fondando la holding New Guards Group -che all’interno vanta marchi come OFF White, Palm Angels, Alanui, Ambush - recentemente acquistata dal grande colossoFarfetch.

 

Il potere del brand Marcelo Burlon County of Milan è la fusione di diverse culture, non solo geografiche ma anche sociali, che hanno dato vita con estrema avanguardia a un ponte tra il fashion system e lo street style.