Khaite

KHAITE

 

Dal greco χαίτη, che significa “capelli lunghi e fluenti”, Khaite è il brand diventato indispensabile per chi vuole indossare capi raffinati che trascendono la tendenza del momento, in favore di un gusto classico e una devozione estrema per i tessuti di lusso.

 

La fondatrice, Catherine Holstein, di origine newyorkese, si trasferisce con la famiglia in Connecticut e San Diego, per poi tornare nella sua città natale all’ età di diciotto anni. Dopo alcune esperienze in varie maison di moda, come GAP e Vera Wang, decide di mettersi in proprio. Nel 2016 fonda il suo personale brand con il sostegno dell’imprenditore Adam Pritzker e della stilista e consulente Vanessa Traina, avendo a disposizione così un entourage perfetto per lo sviluppo del business. Nel 2019 vince il prestigioso premio “Emerging talents of the year” assegnato dal Council of fashion designer of America. Nello stesso anno il brand Khaite è sulla bocca di tutti grazie a quella che è ormai è la più efficace forma di pubblicità dell’ultimo decennio; uno scatto street syle di Katie Holmes - ex teenager acqua e sapone star delle serie tv dei primi 2000 – in cui indossa un morbidissimo set composto da un bralette in cachemire e cardigan abbinato, mentre chiama un taxi nelle trafficate strade di New York. Da quello scatto, che fa il giro del mondo, il bralette continua ad andare sold out e diventa per Khaite un carryover che il team creativo ripropone ogni stagione in diverse nuances.

 

In ogni capo Khaite predomina un’armonia delle proporzioni, un’ ossessione della disigner che, parallelamente non scende a compromessi sui materiali di lusso, come il cachemire, il tulle o la seta morbidissima di camicie e abiti. Questo mix di ingredienti,dove nulla è lasciato al caso, restituisce all’occhio un prodotto senza sbavature.

 

Capi classici da custodire per sempre nel proprio armadio.