MCQ CYCLE 4: GROW UP

L’operazione pioneristica della maison inglese Alexander McQueen, che lo scorso anno ha presentato al mercato la rivoluzionaria label MCQ, arriva ora da INSIGHT con il ciclo numero 4 dal nome GROW UP.

 

 

Gli ingredienti di MCQ, come la sostenibilità e l’uso della tecnologia, specchio di una generazione Z sempre connessa, sono insaporiti da una direzione creativa basata su un cast roteante di collaboratori che sfida così lo status quo della moda canonica.

 

Gli effetti dalla pandemia, che ha investito il mondo intero ad inizio 2020, donano la linfa vitale all’ultima icon lanciata: GROW UP. L’isolamento forzato, le lunghe file nei supermercati, gli scaffali vuoti, hanno fatto riemergere nel singolo un moto di coscienza primordiale verso l’auto sostentamento, riscoprendo il vissuto del focolare domestico e le attività a questo legate, come il giardinaggio.

 

La Icon Grow up di MCQ restituisce l’immaginario di questo nuovo landscape tramite un’atmosfera calda e confortevole, composta da capi comodi e leisure, tee shirt e pantaloni in jersey, che si distinguono grazie a stampe vivaci, sfumature di acquerello e gioiose illustrazioni di motivi floreali e foliage.

 

Questa delicata, ma caratterizzante flora, dona a vecchi tessuti nuova vita, attraverso giochi patchworks e applicazioni di scout badges che regalano dettagli divertenti su maglie e felpe. I fiori e foliage sono presenti anche su camicie e sul denim; dopo essere stati pressati e martellati contro il tessuto sono stati tradotti digitalmente, restituendo così un’impressione di pigmenti tenui e morbidi. L’utilizzo di queste tecniche non convenzionali e quasi sperimentali è un lampante esempio della filosofia del neonato esperimento MCQ e della community di creativi che vi contribuiscono.

 

Per Grow up hanno partecipato: Kevin Emerson , artista - Liam McRae, fotografo della campagna, Daniel Pacitti, stylist della campagna insieme a Calvin How e Tino Suebert esperto nel trattamento di stampe su tessuto.

MCQ: Grow up Icon