Monot

MONOT

 

Una nuova identità viene conferita allo stile sexy dal brand MONOT che con i suoi abiti da sera sensuali ed erotici porta in alto il women empowerment come riscatto di tutte le donne consapevoli e sicure di sé.

 

Eli Mizrahi è di orgine libanese. Si trasferisce a New York all’età di tredici anni come rifugiato politico. Fin da subito trova familiarità con quella città che non dorme mai, corre veloce e lascia espressione all’individuo di inseguire i propri sogni e diventare quello che si vuole. Collabora come consulente per diversi brands e parallelamente si crea un network di A-list celebrities. Nell’estate del 2019 inizia il progetto di brand personale, che però sboccerà nella sua completezza con la collezione MONOT 2020, dopo il primo lockdown.

 

La sua filosofia si concentra sul ritorno del look sensuale, che in realtà non è mai sparito, ma semplicemente era stato messo in un angolo in favore di stili bohémien o genderless che negli ultimi anni hanno raccolto molto più favore dal pubblico dei consumatori. In realtà, il designer ha approfittato proprio della grave crisi generata dalla pandemia, per riscattare questo stile sexy - esplicito di cui la donna aveva bisogno per mostrarsi e riappropriarsi della propria sensualità, proprio in seguito ad un isolamento forzato. La donna Monot quindi è sempre esistita, ma ora è più consapevole e pretenziosa nei confronti del mondo rispetto al passato, dove l’essere estremamente sexy era accostato ad una personalità sfrontata.

 

La sua estetica si ispira all’ unico ed inimitabile Tom Ford ai tempi della direzione creativa di Gucci. Oltre a questo, le ispirazioni vengono anche dall’arte, in particolare Lucio Fontana, come è bene evidente nei cut-out dei suoi abiti. Le silhouettes esaltano il corpo femminile fasciandolo e lasciando scoperte tutte le parti di estrema sensualità, come spacchi, scolli profondi sulla schiena, scollature azzardate e tagli erotici che lasciano poco all’immaginazione.

 

Tra le celebrities affezionate possiamo annoverare Kate Moss, Olivia Culpo, Kate Hudson, Kendall Jenner, Irina Shayk e Elsa Hosk che ha indossato un abito MONOT per gli oscar del 2022.

 

 

Il messaggio di Eli Mizrahiche veicola attraverso le collezioni di abiti MONOTè chiaro e per certi versi fuori dal coro: restituire alle donne gli strumenti per sentirsi sexy, provocanti e, allo stesso tempo, fiere del loro potere sensuale.