Alexandre Vauthier

ALEXANDRE VAUTHIER

 

Un equilibrio perfetto caratterizza gli abiti di Alexandre Vauthier, dai tagli radicali ma sobri, che restituiscono silhouettes scultoree per donne forti e sensuali.

 

Alexandre Vauthier nasce nel 1971 ad Agen, in Francia. Studia alla Esmod e dal 1993 lavora a fianco di Thierry Mugler per poi spostarsi nel 1997 alla maison Jean Paul Gautier dove ricopre il ruolo di head designer per l’haute couture. L’imponente bagaglio accumulato negli uffici stile dei due dei più grandi nomi della moda francese, lo ha reso consapevole e sicuro - nel 2008 - di aprire il suo brand Alexandre Vauthier. Fin dalle prime collezioni il grande designer Christian Louboutin si occupa della realizzazione delle calzature per tutte le sue sfilate, ruolo in seguito assunto dalla shoes designer Amina Muaddi. Dal 2014 La Maison è il 14° membro della Chambre Syndicale de la Haute-Couture entrando ufficialmente nel calendario sfilate.

 

Lo stile delle collezioni Alexandre Vauthier si fonda su un equilibrio di stile francese e influenze anglosassoni: le silhouettes degli abiti sono scultoree, caratterizzate da tagli radicali ma sobri, grazie alla precisione e al rigore dell’insieme. Tra gli items iconici di Alexandre Vauthier ci sono gli abiti in lurex con lo scollo e il fondo asimmetrico e gli abiti lunghi dalle profonde scollature sulla schiena per un effetto sensuale assicurato. La sua collezione haute couture ha fin da subito creato dipendenza tra le pop star come Beyoncé , Rihanna e Madonna che più volte hanno calcato il red carpet indossando le creazioni di Alexandre Vauthier.

 

Alexandre Vauthier rappresenta uno degli ormai rari casi in cui il designer è anche e soprattutto couturier, riuscendo a realizzare abiti impeccabili nella costruzione che riescono a tradurre l’emozione delle donne che li indossano.